Operazione Alto Impatto, quattro arresti nel Sannio

169

SANNIO – Quattro persone arrestate, 8 denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria e 6 pregiudicati segnalati con il Foglio di Via Obbligatorio. Sequestrati 3 veicoli. Questi i risultati dei Carabinieri impegnati nel fine settimana nell’operazione Alto Impatto.

A Paduli i Carabinieri hanno arrestato un pregiudicato 35enne del luogo, dando esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento. L’uomo, era sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, dovendo espiare una pena residua di poco più di 1 anno per un furto commesso nel comune di residenza nell’anno 2012. L’interessato per disposizione dell’Autorità Giudiziaria sconterà la pena in regime di detenzione domiciliare.

E’ stato arrestati un 50enne napoletano residente a Sant’Agata de’ Goti, per aver violato le prescrizioni imposte dalla misura di sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, cui era sottoposto, dopo essere stato sorpreso nell’abitazione di un amico in Valle di Maddaloni (Caserta).

Stessa sorte per un 59enne di Montesarchio, con precedenti penali, che è stato tratto in arresto in esecuzione di ordinanza del Tribunale di Benevento, in quanto imputato dei reati di minaccia, molestia e lesioni personali, commessi in Montesarchio lo scorso anno nei confronti di un concittadino.

Tre persone sono state invece segnalate agli uffici amministrativi – rispettivamente a Pietrelcina, Buonalbergo e Benevento – perchè fermati alla guida dei loro veicoli sono risultati sprovvisti della copertura assicurativa obbligatoria. I mezzi controllati sono stati sequestrati. A carico di uno dei tre è scattata anche la denuncia per guida senza patente.

Sono stati invece proposti per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio tre cittadini romeni ed uno di origini bulgare, tutti pregiudicati provenienti dal casertano, dopo essere stati fermati in una contrada del comune di Paduli nei pressi di un magazzino adibito a deposito merci di un supermercato della zona. Mentre a Benevento un pregiudicato senegalese domiciliato a Napoli, N.I. Di 38 anni, è stato deferito in stato di libertà poichè sorpreso a vendere dvd ed altro materiale musicale riprodotti illecitamente.

A Montesarchio i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà un 42enne di Montesarchio, in atto sottoposto agli arresti domiciliari che non è stato trovato nell’abitazione durante i controlli; un genitore con il figlio di Sant’Agata de’ Goti, entrambi già noti ai Carabinieri, sorpresi ad asportare del legname da un fondo agricolo privato; un 22enne residente a Montesarchio per non essersi fermato ad un controllo di una pattuglia cercando di scappare a bordo del suo motociclo e un 33enne di Dugenta, sorpreso alla guida di un veicolo sprovvisto di copertura assicurativa.

Sempre nel comune caudino i militari hanno proposto l’irrogazione del foglio di via obbligatorio due cittadini romeni residenti nel casertano, entrambi con svariati precedenti penali a carico, notati aggirarsi, con fare sospetto, nei pressi degli esercizi commerciali del comune di Paupisi ed hanno segnalato un giovane per possesso di modica quantità di hashish.

La Compagnia di Cerreto Sannita ha invece deferito in stato di libertà, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 19enne proveniente dalla Nuova Guinea ospite del centro di accoglienza per rifugiati “La Vela”, trovato in possesso di 8 grammi di hashish; un  52enne della provincia di Salerno ed un 62enne di Caserta sorpresi nel territorio di Amorosi ad asportare gasolio da un autocarro in sosta.

Infine, la Compagnia di San Bartolomeo in Galdo nel corso dei servizi svolti a Baselice in occasione della Madonna delle Grazie dalla locale Stazione Carabinieri e dal Nucleo Operativo e Radiomobile  hanno tratto in arresto un 30enne del luogo sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza in violazione degli obblighi impostigli dall’ordine restrittivo e per minacce a Pubblico Ufficiale. L’arrestato è trattenuto presso la Caserma dell’Arma in attesa del giudizio direttissimo davanti al Giudice del Tribunale di Benevento.