Paganese-Avellino, Scarpa (d’oro), Perri e Calil ribaltano l’Avellino: altra sconfitta ed Ignoffo al capolinea

43

Una sconfitta che davvero si fa fatica a mandare giù. Si era in vantaggio, poi solo due uomini hanno mandato in visibilio il “Torre” e scombussolato l’Avellino. Uno Scarpa d’oro e Perri si rendono il favore in due occasioni ed entrambi timbrano il cartellino servendo l’assist l’un l’altro. Una gara che è sfuggita dalle mani dell’Avellino, abile anche nel gestirlo, ma poi sfaldatosi dopo aver incassato il pari proprio nel momento in cui si stava giocando, tutto sommato, anche bene. Tre cambi ed Erra sovverte la partita. Si mette dunque così, col beneficio del dubbio, la parola fine sulla avventura di Ignoffo sulla panchina irpina. Quattro sconfitte in cinque gare sono un’eredità troppo pesante da poter sostenere. Segue la cronaca della gara.

FORMAZIONE

Ritorno al 3-5-2 per mister Ignoffo, che aveva accantonato il modulo. In porta torna titolare Abibi, mentre Zullo sostituirà Illanes, all’ultimo turno di squalifica; completano il reparto Morero e Laezza, inamovibili.

A centrocampo, De Marco la spunta su Silvestri ma stupisce l’assenza di Fabiano Parisi, escluso in favore di un Micovschi dirottato sulla fascia sinistra. In attacco, Charpentier rientra dal primo minuto, al pari di Albadoro, pienamente recuperato.

PRIMO TEMPO

  • 8′ – Una palla persa a metà campo avvia il 3 vs. 3 della Paganese con Gaeta: Morero interviene nettamente sulla palla e ferma il pericolo.
  • 10′ – Sfida piuttosto ordinata, con la Paganese che prova ad imporre il proprio gioco e con l’Avellino che finora lo consente, con l’intento poi di ripartire in velocità.
  • 14′ – Primo tiro della sfida: Capece prova d impensierire Abibi, ma tutto facile per il numero ventidue degli irpini.
  • 15′ – VANTAGGIO AVELLINO – Schiavino perde una palla ed Albadoro lancia Charpentier, che nell’uno contro uno con lo stesso Schiavino è veloce a portarsi la palla sul destro e a battere Baiocco. Secondo gol stagionale per il francese.
  • 25′ – Avellino che prova adesso a gestire la gara, alzando leggermente il pressing; Paganese sempre padrona del gioco ma i Lupi ci sono.
  • 27′ – Occasionissima per l’Avellino: Micovschi prende il motorino e si auto-lancia per 40 metri; il suo cross pesca Albadoro che calcia a botta sicura trovando però la parata felina e d’istinto di Baiocco.
  • 39′ – Ci prova Morero su un corner corto di Di Paolantonio: il rimbalzo a terra allunga la traiettoria della sfera, che si accomoda fuori.
  • 40′ – Dramé pesca in area il solo Caccetta, ma ancora una volta Morero lo rimonta e salva la porta di Abibi; gli azzurrostellati poi reclamano un rigore su Capece, ma l’arbitro fa spallucce.
  • 44′ – Evita una ripartenza, giallo per De Marco.
  • 45′ – Tre minuti di recupero.
  • 48′ – Colpo di testa di Caccetta, debole e facile presa per Abibi.

SECONDO TEMPO

  • 50′ – Errore di Dramé e Charpentier si fionda sulla palla vagante; cerca quindi un tiro da posizione defilata, Baiocco la fa sua in due tempi.
  • 54′ – PAREGGIO PAGANESE – Perri, appena entrato, crossa al bacio per la testa del solissimo Scarpa, non marcato da Micovschi in diagonale difensiva.
  • 57′ – Altro pallone messo in mezzo in area e altro pericolo per l’Avellino, ma Mattia non arriva col timing giusto sulla sfera. Paganese in netto crescendo, e Avellino destabilizzato dal pari subito dalla squadra di Ignoffo.
  • 59′ – Fuori Albadoro, dentro Alfageme. Esce anche Rossetti, sostituito da Silvestri. Ignoffo vara il 4-4-2.
  • 65′ – Perri è un’ira di Dio sulla sinistra: altro spunto e altro cross, stavolta per Calil, che la indirizza alta sulla traversa.
  • 68′ – Altro cambio per l’Avellino: fuori De Marco, dentro Palmisano.
  • 70′ – Laezza prova a suonare la carica: palla al piede per 60 metri abbondanti, arriva fino in area e guadagna un corner, poi mal gestito.
  • 79′ – Dopo una bella azione, la sua ultima, esce Micovschi ed entra Parisi.
  • 84′ – Palo della Paganese: punizione di Scarpa deviata da una figura in barriera e sfera che finisce preda delle grinfie di un giocatore di casa, che colpisce il montante in modo netto.
  • 87′ – VANTAGGIO PAGANESE – Scarpa crossa dalla destra e pesca Perri solo come non mai dall’altra parte dell’area che stavolta veste i panni di goleador ed insacca il 2-1.
  • 93′ – GOL PAGANESE – Calil chiude definitivamente i giochi: una palla messa lì in area per sbaglio, l’errore di Zullo nel controllo e la frittata è fatta.