Rischi di perdere l’aereo? Ti accompagno io (senza nulla in cambio): Claudio, capotreno irpino dal cuore d’oro

236

MONTECALVO IRPINO – Si chiama Claudio Russolillo, è originario di Montecalvo Irpino e di mestiere fa il capotreno di Ferrovie dello Stato.

Quella di Claudio è una storia ordinaria e semplice di cuore e di disinteressata solidarietà. Sul treno regionale Roma-Benevento delle 14:50 dello scorso venerdì, Claudio ha infatti conosciuto un giovane finanziere di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, allievo della Scuola Nautica della Guardia di Finanza, il quale sarebbe dovuto arrivare a Napoli per imbarcarsi, intorno alle 21, sulla coincidenza aerea per Palermo.

Arrivato a Benevento, il giovane siciliano ha scoperto con amarezza la difficoltà dei collegamenti per l’aeroporto di Capodichino. Ma si è anche imbattuto nel grande cuore di un capotreno. Terminato il suo turno, infatti, Claudio non se l’è fatto ripetere due volte: lo ha caricato sulla sua auto e lo ha accompagnato a Napoli, permettendogli di arrivare a casa nei tempi preventivati. Il tutto, senza nulla in cambio. Puro spirito umanitario, solo una mano tesa in aiuto.

Una storia come tante, un gesto certamente da elogiare e da sottolineare. Perché da fatti come questo viene spontanea una domanda: dove potrebbe arrivare una comunità con un cuore grande così, se fosse fornita del minimo indispensabile per dare uno sfogo continuo a quest’anima?

Claudio Russolillo, capotreno di Ferrovie dello Stato
Claudio Russolillo, capotreno di Ferrovie dello Stato