Pietrelcina, si reca nel Sannio per incontrare la figlia: arrestato latitante

93

PIETRELCINA –   E’ stato tratto in arresto all’interno di un ristorante a Pietrelcina. In quel luogo avrebbe dovuto incontrare sua figlia.

Termina in questo modo la latitanza di Salvatore Barile, 32 anni nipote degli storici capi clan dei “Mazzarella” del rione Forcella e nel quartiere di Poggioreale.

Barile si era recato nel Sannio per poter incontrare i propri familiari ed in particolare la figlia, da poco giunta a Pietrelcina in compagnia di alcuni amici.

L’uomo era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura generale di Napoli. Dall’emissione dell’ordine si era reso latitante.

Gli investigatori, ad ogni modo, avevano intuito la possibilità che Barile potesse recarsi a Pietrelcina per incontrare i familiari. Per tale ragione hanno seguito gli spostamenti della famiglia ed allertato anche le forze dell’ordine sannite.

Appena entrato al ristorante i carabinieri hanno arrestato prontamente Barile e messo fine, in questo modo, alla sua latitanza.