Pochi giorni alla firma: la Comunità dell’Alta Irpinia vede l’obiettivo-Apq

189

RED. – Mancano pochi giorni, al massimo una decina. Si può dire che per la metà del mese l’Accordo di Programma Quadro sarà firmato.

E’ questo quanto fanno sapere fonti interne alla Comunità dell’Alta Irpinia, che sta arrivando all’agognato traguardo. La firma è imminente, ma dal momento che non sarà una firma materiale, richiederà che il cerchio si apra e si chiuda: in sostanza, ogni ente a vario titolo coinvolto in questo percorso firmerà digitalmente il documento.

Quando tutti lo avranno fatto, allora l’Apq sarà operativo, e probabilmente sarà organizzata anche una giornata nel corso della quale verrà ufficializzato il tutto. Magari alla presenza del coordinatore del Comitato Nazionale della Strategia per le Aree Interne, Enrico Borghi, il quale (leggi qui) lo aveva anticipato già nella sua ultima visitaa Nusco, nello scorso febbraio: “Tornerò in Alta Irpinia quando verrà firmato l’Accordo di Programma Quadro”.

A mettere il sigillo a un percorso durato oltre due anni e mezzo saranno tutti gli enti a vario titolo coinvolti: l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministero della Salute, la Regione Campania e il sindaco di Nusco Ciriaco De Mita, in qualità di presidente della Comunità dell’Alta Irpinia.

  • Leggi qui del fronte aperto in merito all’utilizzo del patrimonio forestale