Referendum costituzionale, a Vitulano il primo comitato della Valle per il no

110

VITULANO – Nasce a Vitulano il primo comitato della Valle Vitulanese per il no al Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.

Le firme per la nascita sono state raccolte lo scorso sabato 8 ottobre, nell’ambito dei consueti incontri con la cittadinanza dei consiglieri De Maria Tonino e Rivellini Pietro. “Si tratta di adesioni che – spiega Marialucia Scarinzi, giovane vitulanese moderatrice dell’incontro – già a fine serata hanno raggiunto quota 70, oltre ogni più rosea aspettativa. Siamo orgogliosi di essere i primi, oltre che di questa ampia partecipazione”.

È stata la stessa Scarinzi, in apertura dell’incontro, a spiegare quelle che ha definito “le semplici ragioni del no. Questa riforma della Costituzione è nella sua ragion d’essere prima che nel merito un agguato alla democrazia. La Carta Costituzionale è quanto di più sacro esiste nel nostro ordinamento. E’ espressione di democrazia e strumento di tutela della stessa. Trovo un controsenso attribuire la facoltà di modificarla proprio ad un presidente del Consiglio non eletto dai cittadini”. Poi sul nuovo Senato: “Il Senato resta in piedi, a cambiare saranno il numero e la modalità di elezione dei suoi membri, nonché le sue funzioni. L’impressione è che alla fine ad essere abolito sarà soltanto il nostro diritto a scegliere chi ci governerà. Ci raccontano che questo porterà una riduzione dei costi della politica: riduzione irrisoria, che non vale la perdita di rappresentatività”.

La Scarinzi durante il suo intervento
La Scarinzi durante il suo intervento

Sono dunque dell’idea che il cambiamento di questo paese non passi attraverso la modifica della Costituzione. Non ora, non ad opera di un governo basato sul sostegno di parlamentari che hanno tradito l’impegno assunto con i propri elettori. Per questo il 4 dicembre eserciteremo un no libero e consapevole”. Infine il doveroso ringraziamento all’Ing. Tonino De Maria e al Dott. Pietro Rivellini “per aver ideato e promosso l’iniziativa, per l’incoraggiamento nei confronti di noi giovani e per il loro imprescindibile esempio”.