Regina Viarum, un successo a Pietradefusi la traslazione delle Spoglie diSan Faustino

217

PIETRADEFUSI – Partecipazione, calore e costume nella rievocazione, a Pietradefusi, della traslazione delle Spoglie di San Faustino Martire nel terzo centenario del loro arrivo in paese.

Si è trattato di una manifestazione che rientra all’interno del progetto “Regina Viarum”, messo in piedi dai comuni di Lacedonia (comune capofila), Bisaccia, Montefalcione e Pietradefusi, beneficiari del finanziamento a valere sulle risorse del POC 2014/2020, Linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”.

L’intera comunità di Pietradefusi, gente comune, comparse, sbandieratori e fuochi d’artificio hanno reso magica una freddissima serata di fine autunno, dove la fede verso il Martire ha unito davvero tutti. Un corteo storico in abiti settecenteschi con i Prelati, i Nobili, i Popolani, le Congregazioni religiose, gli archibugieri, gli sbandieratori e i musici della Città Regia e tutto il popolo dell’antica “Pietra de Fusi”. Lo spettacolare paesaggio del centro storico del paese ha fatto da sfondo a una processione che, nonostante fosse una rievocazione, ha vissuto del pathos e del sentimento consueti.

Meravigliosa la cornice, in particolare nella maestosità della Torre Aragonese, che ha vegliato dall’alto il cammino delle spoglie di San Faustino. La processione si è conclusa con degli splendidi fuochi d’artificio, che hanno tenuto partecipanti, fedeli e curiosi per molti minuti col naso all’insù e con la magica cena in onore del Santo, nei giardini della stupenda Torre Aragonese.