Russia, difesa e Ue, Renzi vede Obama: Un modello

229

ROMA – Barack Obama arriva a Villa Madama con un’ora di ritardo, bloccato al Quirinale dal prolungarsi dei colloqui delle delegazioni. 

L’incontro con Matteo Renzi, quindi, inizia ben oltre le 14:30, come inizialmente programmato. Un bilaterale atteso, per “vedere all’opera” Renzi di fronte al suo “modello da imitare”. Unione europea, sicurezza, difesa, Russia, temi economici: di questo i due hanno parlato nel corso del faccia a faccia, durato oltre un’ora e al quale hanno partecipato anche Federica Mogherini, ministro degli Esteri italiano, e John Kerry, segretario di Stato americano. “Per noi – ha affermato Renzi durante la conferenza stampa successiva all’evento – Obama non è solo il presidente degli Stati Uniti ma una fonte di ispirazione: la sua visita non è solo un gesto simbolico, ma un incoraggiamento: Yes we can vale anche per noi”.

Renzi ha sottolineato l’importanza dei rapporti tra Italia, Europa e Usa, “che potranno garantire un futuro roseo alle nuove generazioni”. Il presidente del Consiglio ha poi sfruttato l’occasione per dare visibilità all’Expo, “un appuntamento importante per l’Italia e per tutto il mondo”. Gli elogi di Renzi a Obama sono stati ricambiati dal Presidente americano. Di Napolitano ha detto: “E’ uno statista di alto calibro che l’Italia ha la fortuna di avere”. Mentre su Renzi, che già ha avuto ospite alla Casa Bianca e che ha invitato di nuovo a Washington, ha affermato che ciò che lo ha più colpito è stata “la sua grande energia: saprà portare avanti l’Italia”.

“Continuiamo a sperare – ha aggiunto Obama – che la Russia attraversi la porta della diplomazia e collabori con tutti noi per risolvere la questione ucraina in modo pacificoParlando poi di sicurezza e difesa, Obama ha ricordato: “Ci sono possibilità di risparmi, ma esistono impegni che i Paesi devono prendere: c’è un rapporto di collaborazione che non può vedere gli Usa spendere costantemente per la difesa in Europa e l’Europa solo l’1%: il divario è troppo grande”. “Renzi, replicando alle parole di Obama, ha affermato che “l’Italia ha fatto sempre la sua parte consapevole delle proprie forze”.