San Giorgio del Sannio, l’ora del rugby è scoccata

36

I Dragoni Sanniti promuovono il gioco del rugby e si preparano alla prima partita del 7 ottobre

Dopo domenica 30 settembre è scoccata l’ora del rugby per i Dragoni Sanniti. Si è trattato di un’iniziativa giunta alla seconda edizione, promossa dal Comitato Regionale Rugby, al fine di promuovere il gioco della palla ovale.
L’iniziativa ha coinvolto tutte le società di rugby campane che in contemporanea sono scese nelle strade e nelle piazze proponendo giochi, attività e flash mob.

Anche i Dragoni hanno dato il loro contributo prendendo parte alla manifestazione organizzata  dal gruppo Unitalsi di S. Giorgio del Sannio presso l’area fiera del paese.

L’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) si occupa di persone che vivono situazioni di difficoltà, aiutandole con ogni mezzo a sollevare il proprio dolore. Lo scopo principale, come sottolinea il presidente dell’associazione Giuseppe De Rosa << è quello di organizzare pellegrinaggi nei luoghi di culto, ma da molti anni si sono cercate altre vie per sollevare le persone in difficoltà dal loro dolore e lo sport è una di queste>>.

Torniamo all’iniziativa concordata con il comitato campano di rugby.

I Dragoni hanno fatto scoccare l’ora del rugby con un simpatico flash mob: una touche  improvvisata nel bel mezzo della manifestazione. Dopo di che hanno proposto giochi e attività ai ragazzi e alle ragazze della grande famiglia unitalsi. Tanti hanno voluto provare a fare qualche passaggio, ma anche touche e tiri liberi. Il risultato è andato oltre le aspettative. All’area fiera si è vissuta una mattinata di accoglienza, conoscenza, divertimento e sport vivendo a pieno lo spirito dell’iniziativa organizzata dall’unitalsi.

rugby

Ancora De Rosa sottolinea che «lo scopo della giornata è quello di dedicare tempo a chi ne ha bisogno andando oltre la diversità perché essa non esiste. Anche noi abbiamo bisogno di condividere momenti con chi vive una difficoltà, perché in questo modo ci si rende conto della fortuna di poter vivere senza le loro preoccupazioi.
Per quanto riguarda il rugby sono contento di questa manifestazione vissuta insieme ai Dragoni. Il rugby è uno sport di cui sono appassionato e ritengo che propone una preparazione sia fisica che morale basandosi su valori nobili. Dopo questa giornata spero che i rugbisti possano avvicinarsi ulteriormente a noi e alla nostra realtà».

È tanta anche la soddisfazione della società sportiva sangiorgese per aver portato ancora una volta il rugby oltre il campo da gioco, ma sopratutto per aver fatto conoscere questo sport a un gruppo eccezionale come quello dell’Unitalsi.
Questo il commento del presidente Ernesto Pepe: « l’evento di oggi mi ha reso ancora più orgoglioso del nostro sport che si dimostra essere una vera scuola di vita. Sono grato del caloroso gruppo dell’Unitalsi per averci accolto in seno alla loro bellissima manifestazione e sono” scesi in campo” con noi per festeggiare l’ora del rugby. Spero che quest’evento sia solo l’inizio di una fattiva collaborazione all’insegna di un reciproco sostegno. Ringrazio il presidente Giuseppe De Rosa, tutti i soci collaboratori e i volontari.
Un plauso agli atleti, allo staff e ai genitori dei nostri ragazzi che anche questa volta hanno sostenuto un’iniziativa così importante e condiviso i veri valori del rugby».

L’appuntamento con i Dragoni è per domenica 7 ottobre con un nuovo open day che avrà luogo sul Viale Spinelli e con la prima partita stagionale dell’Under 16 contro il Rugby Benevento.