Sannio e Irpinia, lo sciame sismico continua a far tremare la terra: scatta l’allarme, scuole chiuse e traffico in tilt

151

La terra continua a tremare nel Sannio e in Irpinia. Dopo la scossa di terremoto che pochi minuti fa, ha interessato San Leucio del Sannio, lo sciame sismico manda in tilt il traffico con scuole abbandonate ed uffici sfollati con urgenza.

La nuova scossa di magnitudo 3.8, è stata registrato a 10.2 chilometri di profondità. A darne conferma gli esperti dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). 

Dalle 9 di questa mattina, dunque le scosse di magnitudo superiori 3.1 salgono a otto con l’interessamento del piano Appenninico ed in particolare delle province di Benevento ed Avellino.

Spavento in diversi comuni del Sannio e dell’Irpinia dove si registrano danni ad edifici, in particolare quelli scolastici. Nella città del capoluogo sannita traffico in tilt e scuole chiuse. In provincia di Avellino la scossa è stata avvertita nei comuni confinanti con il Sannio, in modo particolare Venticano, Pietradefusi, Bonito e Mirabella.