Sant’Angelo dei Lombardi, Giornata della Scienza in onore del Nobel Wilczek

202

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI – Franck Wilczek, illustre accademico di origini santangiolesi Premio Nobel per la Fisica nel 2004, giunge a Sant’Angelo dei Lombardi. L’occasione è “La Giornata della Scienza”, organizzata per sabato 23 marzo alle ore 10:00 dalla Fondazione di Comunità Officina Solidale Onlus e dall’I.I.S.S. “F. De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi.

Presso la sala “Monsignor Chiusano” interverranno accademici, autorità civili, religiose e militari per ascoltare la lectio magistralis dell’illustre scienziato, Professor of Physics presso il Massachusetts Institute of Tecnology. Ad accompagnare il Prof. Wilczeck nel suo viaggio in Alta Irpinia, anche sua moglie, Betsy Devine, giornalista, scrittrice, blogger e collaboratrice di Wikipedia. Parteciperanno alla Giornata della Scienza anche due ragazzi santangiolesi, attualmente brillanti ricercatori universitari, Antonio Pizzirusso, Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Chimica Fisica e Inorganica dell’Università di Bologna, e Angelo Russomanno, ricercatore presso l’International School for Advanced Studies di Trieste.

Ad accogliere Wilczek i saluti del Prof. Giovanni Ferrante, Dirigente scolastico dell’I.I.S.S. “F. De Sanctis”, la Prof.ssa Rosa Anna Maria Repole, Presidente della Fondazione di Comunità Officina Solidale Onlus e Dirigente scolastico dell’I.C. “V. Criscuoli”, Michele Forte, Sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, e S.E. Mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo della Diocesi di Sant’Angelo dei Lombardi, Conza, Nusco e Bisaccia.

A seguire, gli interventi di Luigi Fiorentino, Capo di Gabinetto del MIUR, di Diego Bouchè, Direttore generale USR Campania, di Rosa Grano, Dirigente USP Avellino. E ancora quelli di Guido Trombetti, Assessore alla Ricerca della Regione Campania, Rosetta D’Amelio, consigliere regionale, Luigi Famiglietti, deputato, e del Prof. Sergio Barile, Ordinario di Economia Università “La Sapienza” di Roma. Modera l’incontro Generoso Picone, Direttore della redazione avellinese de “Il Mattino”. L’appuntamento è stato promosso con il Patrocinio del Comune di Sant’Angelo dei Lombardi e del Ministero per la Pubblica Istruzione.

Frank Wilczek ha vinto il Premio Nobel per la Fisica nel 2004 insieme a H. David Politzer e David Gross. Il più ambito dei riconoscimenti a livello mondiale gli è stato assegnato per la scoperta sulla libertà asintotica in cromodinamica quantistica, permettendo di completare il quadro nel panorama del modello standard, la teoria che spiega i fenomeni delle particelle elementari. Nato a New York da padre polacco e madre italiana, nel 1970 si è laureato in matematica all’Università di Chicago, e nel 1972 ha ottenuto il Master in matematica all’Università di Princeton, dove nel 1974 ha conseguito il PhD in fisica.

Nel 1973, mentre lavorava con Gross, giunse alla scoperta della libertà asintotica, importante avanzamento per una più approfondita comprensione della cromodinamica quantistica (QCD). Indipendentemente dai due fisici, anche Politzer giunse alla stessa scoperta (sempre 1973). Correntemente, ricopre la cattedra di Herman Feshbach Professor of Physics to Massachusetts Institute of Technology. Fra le sue pubblicazioni più importanti, si cita “ La musica del vuoto” e “La leggerezza dell’essere. La massa, l’etere e l’unificazione delle forze”.