Sidigas, missione Supercoppa: oggi la semifinale del torneo contro Reggio

357

MILANO – La Sidigas Scandone Avellino affronterà alle 18:00, al Mediolanum Forum” di Assago, la Grissin Bon Reggio Emilia nella prima semifinale della Macron Supercoppa edizione 2016. La vincente di questa sfida affronterà domani, nella finalissima che assegnerà il primo trofeo stagionale, una tra Ea7 Milano e Vanoli Cremona.

Un vero e proprio déjà vu quello che vivranno sul parquet lombardo i due team che si sono affrontati già lo scorso anno nella storica serie in 7 gare di semifinale scudetto, vinta dagli emiliani solo all’ultimo round (clicca qui).

Tanto è cambiato da quel 30 maggio con le due squadre che hanno apportato decisivi mutamenti ad entrambi i roster. La Sidigas, pur mantenendo l’asse portante del team dello scorso anno (con giocatori del calibro di Ragland, Green e Leunen ancora in canotta biancoverde) si è comunque trasformata moltissimo aggiungendo pedine importanti (come Cusin, Fesenko e Zerini) e numerosi rookie pronti a stupire (uno su tutti Adonis Thomas, ma anche Levi Randolph e Retin Obasohan).

Reggio ha invece salutato i suoi senatori (Kaukenas, Lavrinovic e Veeremenko) ma si è comunque rafforzata con l’ex Avellino Riccardo Cervi, tornato alla base dopo l’esperienza in biancoverde, Delroy James (già visto a Brindisi qualche anno fa) ed il serbo Sava Lesic. A questi si aggiunge un gruppo di italiani di primissimo livello con Pietro Aradori (capitano da quest’anno), Amedeo Della Valle, Achille Polonara, Stefano Gentile e Andrea De Nicolao, insieme al playmaker Derek Needham che ha fatto benissimo nei playoff dello scorso anno.

La partita sarà sicuramente incerta, dal difficile pronostico. Nessuno dei due team appare in netto vantaggio anche perché il match rappresenterà per le due squadre il primo vero impegno stagionale.

La Grissin Bon ha conquistato il trofeo lo scorso anno e vuole provare a ripetersi anche in questo weekend. Per la Scandone, invece, questo fine settimana milanese potrebbe rappresentare una grandissima occasione per conquistare il primo trofeo dell’era Sidigas a coronamento dell’ottima stagione scorsa che ha portato una finale di Coppa Italia ed una semifinale Scudetto.