Telese, il commissario convoca tutti, Abbamondi: Ecco i problemi sul tappeto

135

TELESE TERME – Non perde tempo il commissario prefettizio Mario Muccio, appena nominato dal prefetto di Benevento Paola Galeone alla guida del Comune di Telese Terme.

Angela Abbamondi, capogruppo di TeleseRiparte, ha diramato un comunicato proprio sull’inizio dei lavori del commissario Muccio.

“Appena insediato, il Commissario Prefettizio ha convocato, oltre all’ex Sindaco, i capigruppo di maggioranza, dando dimostrazione con i fatti di non voler perdere tempo rispetto alle molteplici questioni che interessano l’attività amministrativa del comune di Telese Terme.

Insieme al consigliere Aceto abbiamo ritenuto di dover esprimere al dr. Muccio gli auguri di buon lavoro, illustrando – sia pure per grandi linee – le problematiche più importanti sul tappeto. Nel rispetto del pubblico interesse dei cittadini di Telese Terme e nell’ambito della massima trasparenza, abbiamo rappresentato la totale disponibilità dei nostri gruppi a contribuire fattivamente al gravoso compito che lo attende. Abbiamo preso atto dell’intenzione del Commissario di adottare provvedimenti “ponte” per garantire la regolare prosecuzione delle attività amministrative, in attesa di decisioni definitive che lo stesso si è riservato di assumere, all’esito di un più approfondito e puntuale esame.

La cordialità e la disponibilità del Commissario, uniti alla esperienza ed alla elevata professionalità, rappresentano la garanzia per la nostra comunità di imparzialità e trasparenza dell’azione amministrativa, nell’attesa che i cittadini possano scegliere con nuove elezioni la loro guida politica. Siamo convinti che Telese Terme e le grandi questioni in campo non subiranno alcun pregiudizio dalla gestione commissariale, la cui presenza non potrà che imprimere una svolta nel segno del rispetto delle regole e dell’interesse dei cittadini. Ci siamo impegnati a fornire al Commissario nei prossimi giorni la posizione dei nostri gruppi rispetto alle vicende, alcune delle quali molto rilevanti, che hanno contraddistinto i sei mesi dell’amministrazione Carofano”.