Telese Terme, Abbamondi attacca: Su Ici Carofano tace

135

TELESE TERME – “In occasione della imminente scadenza della rata di saldo IMU prevista per il prossimo 16 dicembre ritorna di grande attualità il problema dei nuovi valori attributi alle aree edificabili sul territorio comunale di Telese Terme dalla struttura commissariale a giugno scorso e che tanto aveva fatto discutere in quanto fortemente iniqua ed ingiusta per i possessori di terreni”.

Inizia in questo modo una nota a firma di Angela Abbamondi, del gruppo consiliare Telese Riparte

L’aumento dell’IMU sui terreni edificabili deliberato dal Commissario prefettizio……. ( omississ) ….  è una scelta che la compagine Vince Telese non condivide”. Così si esprimeva il Sindaco Carofano all’indomani del contestato intervento Commissariale, lo ricordiamo fondato esclusivamente su una relazione del Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale, fiduciario di Carofano, il quale aveva applicato valori molto più elevati di quelli utilizzati dall’Agenzia delle entrate di Benevento.

La coerenza – continua Abbamondi – avrebbe voluto che ritornato alla giuda del comune Carofano avesse revocato o quantomeno sospeso il mai troppo poco vituperato provvedimento.

Ed invece no!

Carofano tace e mantenendo in vita il provvedimento commissariale non solo dimostra di condividerlo, rendendo evidente la strumentalità e la scarsa serietà delle sue posizioni, ma soprattutto espone i cittadini che non volessero adeguarsi ai nuovi valori ad un sicuro contenzioso in sede di successivo accertamento.

Forse però la risposta è proprio qui: nella gestione dei tempi lunghi previsti per l’accertamento. Tra quattro anni Carofano non potrà più ricandidarsi e quindi il problema non sarà più il suo.

La saggezza popolare – conclude – insegna che a pensar male si commette peccato ma spesso ci si azzecca!”