Telese Terme, chiude l’asilo delle suore

143

Telese Terme, l’asilo delle suore non può più sostenere da sola l’offerta didattica

Con l’inizio del nuovo anno scolastico Telese è diventata più povera, dichiara il gruppo politico di Telese Riparte. Perde anche l’asilo delle suore che stavano nel centro termale da oltre settant’anni. Una realtà, quella dell’asilo, fatta di amore, disponibilità e professionalità. Una realtà di accoglienza che ha cresciuto generazioni di Telesini, di tutti i ranghi sociali, la cui testimonianza del buon lavoro svolto nel corso di questi decenni è testimoniato dall’attaccamento che i ragazzi dimostrano nei confronti delle religiose anche negli anni successivi alla frequenza della scuola».

Telese Terme

«I tempi sono cambiati, le offerte didattiche sono aumentate ma non per questo l’amministrazione comunale doveva togliere il suo sostegno all’istituto religioso che è stato e potrebbe continuare ad essere un presidio scolastico rilevante per una città dinamica come la nostra dove i genitori sono spesso lontani da casa per impegni lavorativi. Per di più, a sentire le famiglie dei bambini che hanno in passato frequentato l’asilo sono tutte amareggiate dalla perdita subita».

Insomma, ci sono dei benefici sociali enormemente superiori rispetto ai costi di sostentamento delle suore. Costi che in passato sono stati sempre sostenuti dall’amministrazione in carica e che via via, col passare del tempo, Carofano ha completamente assottigliato fino a determinare le attuali condizioni che hanno indotto la madre superiora a richiamare le consorelle.

Si sa che, nella sua discrezionalità, un’amministrazione può sia sostenere che disincentivare ma ancora una volta è stata fatta, a nostro avviso, una scelta politica sbagliata perchè Telese è diventata più povera.

Finisce così una storia di amore regalata ai bambini di Telese e alle loro famiglie. Eppure sarebbe bastato poco per evitare questa perdita e continuare a garantire la permanenza delle suore a Telese. In assenza di una disponibilità di bilancio, invero limitata perchè stiamo parlando di soli seimila euro all’anno che l’amministrazione Carofano ha tolto alle suore, sarebbe bastato che assessori e sindaco si fossero ridotti l’indennità. Ma, evidentemente, questa sensibilità manca all’attuale amministrazione. Ovviamente neanche questa sconfitta farà cambiare idea a Carofano e siamo certi che mai si dimetterà.

A questo punto della vicenda non possiamo che ringraziare le suore di Telese per quanto hanno dato alla nostra comunità, per l’amore, per l’impegno e per la quotidiana dedizione che nel corso degli anni ha lasciato un segno nel cuore dei telesini: GRAZIE SUORE A NOME DELLE TANTE GENERAZIONI CHE AVETE CRESCIUTO!