Tentata concussione e voto di scambio, Del Basso De Caro indagato a Benevento

176

BENEVENTO – Tra le tante ipotesi di reato contestate in chiusura delle indagini e contenute negli avvisi di garanzai firmati dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo e dal sostituto Francesca Saccone, due riguardano il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro.

Questi è indagato per tentata concussione e voto di scambio. I fatti risalgono alla vigilia delle ultime politiche, nel 2013, e sono uno stralcio dell’inchiesta sui servizi sociali del Comune. Le accuse si basano su alcune intercettazioni, che la Procura ha deciso di approfondire.

L’ipotesi di concussione si sarebbe verificata nel tentativo di Del Basso De Caro di fare pressione con il dirigente del Rummo,Nicola Boccalone, perché allontanasse alcuni funzionari che la dottoressa Ida ferraro, moglie del sottosegretario, riteneva ostili. L’ipotesi di voto di scambio farebbe invece leva su un pacchetto di voti, di cui sarebbe tata accreditata Rita Cardone, all’epoca impiegata Asl aggrgata al Rummo, in una chiacchierata informale tra le due persone coinvolte.