Territorio, storia e tradizione: a Cairano La Festa del Migrante

214

Territorio, storia e tradizione nell’organizzazione della Festa del Migrante, di scena da stasera a Cairano fino al 28 luglio.

La Pro Loco Cairano scende in campo, ancora una volta, con lo scopo di valorizzare il piccolo e caratteristico comune altirpino. Pro Loco e amministrazione vogliono rappresentare il motore che anima la comunità, di cui fanno parte residenti e cairanesi sparsi in tutto il mondo.

Anche quest’anno, La Festa del Migrante è uno degli appuntamenti più importanti. Organizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale del sindaco Luigi D’Angelis, è cominciata ieri sera e andrà in scena fino al 28 Luglio. Un insieme di momenti conviviali che si alternano a momenti culturali e ricorrenze locali. I protagonisti saranno, ancora una volta, la semplicità e la tranquillità di Cairano. Una serie di eventi dedicati soprattutto agli emigranti che tornano a popolare il paese. Un modo per far loro rivivere la magia della Cairano di un tempo e la bellezza della Cairano di oggi.

Il programma della manifestazione

Soddisfazione per l’organizzazione di un nuovo ed importante evento nelle parole del presidente della Pro Loco Cairano, Gerardo Marziello. “Anche quest’anno – spiega Marziello – ci siamo adoperati per mettere in campo, per il periodo estivo, una serie di eventi. Puntiamo a mettere in mostra le bellezze e le caratteristiche storiche, artistiche, ambientali ed anche enogastronomiche della nostra comunità. Un modo per far vivere il nostro borgo, che ogni parte d’Italia e non solo da sempre apprezza e ammira. Anche nel 2018 la principale attività è la Festa del Migrante, che dedichiamo ai tanti cairanesi sparsi nel mondo e a chi vive a Cairano tutto l’anno”.

“Una settimana con tante attività: presentazioni di libri, la Festa in onore del Santo Patrono, la sagra “R’ lu p’izzirr’fritt’” e una diretta Tv dedicata al nostro territorio. Un insieme di eventi che arricchiranno tutti noi e i tanti ospiti che ci faranno visita. Orgogliosi di quello che abbiamo fatto e faremo in futuro, dico grazie all’amministrazione comunale del sindaco Luigi D’Angelis ed a chi collabora alla buona riuscita delle nostre iniziative”.