#TuttoAcceso: Quando la tradizione passa per i social

53

SAN SALVATORE TELESINO – Il Sannio e la Valle Telesina sono terre di antiche e radicate tradizioni. Di suggestioni che affondano le loro radici nella notte dei tempi, di ritualità sedimentate che nel corso dei secoli hanno segnato e scandito la vita delle generazioni che si sono susseguite.

Nella stagione estiva questo immenso portato tradizionale esplode in una miriade di feste tradizionali  legate al culto dei santi.

Non vi è comune in Valle Telesina che non celebri la festa del proprio santo patrono, ed ognuna di queste manifestazioni si caratterizza per la propria irriducibile specificità e peculiarità. Tra queste feste tradizionali quella che si celebra nel comune di San Salvatore Telesino, in onore di San Leucio, è certamente tra le più “gettonate”.

Una festa che coinvolge non solo la comunità di San Salvatore Telesino ma chiama a raccolta l’intero comprensorio.  Conclusasi appena nella giornata di ieri, anche quest’anno la “Festa di San Leucio” ha celebrato il proprio rituale.

Niente di nuovo dunque? Non proprio. Quest’anno in occasione della “Festa di San Leucio” è accaduto qualcosa di particolare.  In effetti, grazie all’idea ed all’impegno di due giovani di San Salvatore Telesino, Fabrizio Riccio e Giovanni Romano, la tradizionale festa di San Leucio è letteralmente “sbarcata” in rete.

Un’idea semplice: raccontare al popolo di internet la bellezza e la ricchezza di questo contesto tradizionale. A farlo gli “attori vivi” di questa tradizione. Anziani che rivendicano con orgoglio il proprio rapporto con il santo, simpatici aneddoti di un tempo ormai trascorso, dolcissime vecchiette che descrivono con accuratezza i tempi ed i modi della tradizione , giovani che continuano e rinnovano la tradizione

Insomma,  la festa come una lunga storia da raccontare. Il tutto raccolto in una serie di video. Ed in pochi giorni la “Festa di San Leucio” diventa virale: migliaia di visualizzazioni su Youtube, decine di condivisioni su Facebook, l’indovinatissimo hashtag  “#tuttoacceso” che diventa un vero e proprio marchio distintivo.

Non si tratta solo di un esperimento artistico, per quanto egregiamente riuscito. Si tratta anche delle possibilità di mettere le nuove tecnologie al servizio di un nuovo progetto di sviluppo per la nostra terra.

Un progetto di sviluppo che, soprattutto sul versante turistico, punti a riscoprire ciò che ci è più vicino: l’incredibile ricchezza del nostro patrimonio tradizionale, un tesoro di saperi e di sapori, un impareggiabile spaccato di storia e di cultura. Il tutto unito ad un uso sapiente delle nuove tecnologie, con uno sguardo attento alle infinite possibilità messe a disposizione dai social e dalle nuove piazza virtuali.

Dunque ripartiamo da qui. Ripartiamo dalla brillante idea di Fabrizio e Giovanni, ripartiamo da ciò che eravamo e da ciò che siamo.

Facciamo sì che in Valle Telesina e nel Sannio resti ancora per molto #TuttoAcceso.

 

Per guardare i video: https://www.facebook.com/gruppofdz?fref=ts