Us Avellino, anche la Lega B si costituisce al Tar contro i lupi

202

Un lunedì che inizia in un modo completamente insolito. In attesa dell’ audizione fissata per domani mattina al Tar del Lazio,  bisogna segnalare l’ingresso della Lega B che si costituisce contro l’Us Avellino. Dunque oltre agli interessati resistenti FIGC e CONI anche la Lega B entra in gioco.

Una realtà che sta colpendo drasticamente e  duramente il club biancoverde e i suoi 106 anni di storia. I legali dell’ US Avellino 1912 rappresentati dagli avvocati Lorenzo Lentini, Italo Rocco e da Eduardo Chiacchio, si troveranno domani al TAR del Lazio per continuare questa battaglia che vede in questo momento, dopo l’ultima sentenza al collegio di garanzia del CONI la non ammissione al campionato di serie B per i biancoverdi. L’obbiettivo dei legali irpini è quello di garantire con riserva l’ammissione dell’ US Avellino al campionato di Lega B 2018/2019, e dunque, di chiedere sotto forma cautelare la sospensiva e la riammissione al campionato cadetto.

La Lega B come soggetto controinteressato nel procedimento, chiederà al giudice incaricato di rispettare l’inizio del torneo fissato per il 25 agosto. Non è da escludere anche la presenza di Ternana e Siena che potrebbero godere del diritto di ripescaggio qualora l’Avellino non parteciperà al prossimo campionato di serie B.