Valle del Sabato, il convegno sulla tutela ambientale

181

Questo pomeriggio grande affluenza per il convegno ambientalista organizzato dal Comitato Salviamo la Nostra Valle del Sabato a Manocalzati

Questo pomeriggio, nell’incantevole scenario del Castello di San Barbato a Manocalzati, grande affluenza al convegno programmato dal Comitato Salviamo la nostra Valle del Sabato presieduta dal Dott. Franco Mazza.

Valle del Sabato
Castello di San Barbato

Di fronte ad una platea gremita, e alla presenza delle massime autorità politiche locali, è stato possibile un confronto con le professionalità medico-scientifiche dell’ISDE che bene hanno illustrato le modalità con cui l’inquinamento ambientale, ed in particolare dell’aria può determinare la compromissione di una vita sana e vanificare le azioni di prevenzione delle malattie messe in campo dalla medicina.

Ad aprire i lavori il Dott. Pasquale Tirone che ha portato i saluti del Sindaco di Manocalzati Dott. Lucio Pasquale Tirone e ha sottolineato le battaglie intraprese fino ad oggi. anche in solitudine, da un primo cittadino che ha prima di tutto a cuore la qualità della vita del territorio che amministra.

A portare i saluti al tavolo la Dott.ssa Vozzella, Direttore sanitario dell’ASL di Avellino, che ha espresso la sua disponbilità e vicinanza al Comitato per l’attuazione delle iniziative volte al monitoraggio del territorio e della salute dei suoi cittadini.

I saluti sono anche giunti dal Dott. Sellitto, Presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino che ha evidenziato la necessità di lavorare tutti per creare una coscienza ambientalista fattiva.

Presente anche il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda, e gli On. Generoso Maraia e Carlo Sibilia, i quali sono intervenuti per dimostrare la loro presa in carico della problematica ambientale della Valle del Sabato, una problematica che riguarda tutta l’Irpinia, interessata da un grave inquinamento ambientale a tutti i livelli e determinato negli anni sul territorio a causa soprattutto dello sversamento illecito delle traversine ferroviarie al creosoto.

Con il Dott. Ferdinando Laghi  Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna dell’Ospedale di Castrovillari e Presidente Isde Inernational nonchè Vicepresidente Isde Italia si è entrati poi nel vivo del convegno, fornendo a tutti spiegazioni tecnico-scientifiche sugli inquinanti e sulle modalità con le quali creano danni alla nostra salute.

Soddisfatto il Dott. Mazza per l’ampia partecipazione e per la sempre più diffusa mobilitazione e risonanza che il Comitato sta dando a questo territorio e alla problematica amabientale di cui soffre quotidianamente a causa dell’inquinamento prodotto dal nucleo industriale e dai rifiuti nello Stir di Pianodardine.