Zungoli e Summonte esempi virtuosi

86

In Irpinia il rilancio dei borghi di Zungoli e Summonte, classificati tra i più belli d’Italia, passa per le buone pratiche di chi amministra

Zungoli e Summonte fanno da apripista in Irpinia ad un esempio di borghi rilanciati dalle buone pratiche di chi amministra.

La ripopolazione dei borghi medioevali d’Irpinia è la strategia giusta scelta da quegli amministratori che sanno che la vivibilità di un posto è la prima fonte di attrattività turistica.

Zungoli e Summonte
Zungoli

A vederci bene in tal senso è stato il Sindaco di Zungoli, Paolo Caruso, che qualche giorno fa’ ha dichiarato che è stato assegnato il primo lotto del bando “Case ad un euro”. Una decina le abitazioni che apriranno così le porte a nuovi residenti provenienti dall’Irlanda e dagli States.

Ebbene sì, dopo aver attentamente riqualificato il borgo e dopo aver garantito quei servizi essenziali di qualità della vita ai suoi attuali e potenziali abitanti, il borgo di Zungoli si ripopola.

Rientare nei Borghi più Belli d’Italia non è stato facile, come non lo è stato per Summonte che ha dimostrato allo stesso modo in questi anni di migliorare la vivibilità del suo centro storico. Il Sindaco, Pasquale Giuditta, si appresta in questi giorni a chiamare a raccolta la popolazione perchè la sua cittadina sarà protagonista del programma di RAI 2 Mezzogiorno in famiglia, il prossimo 15-16 dicembre.

Zungoli e Summonte

Un’occasione questa per dare visibilità ad un borgo in cui il primo cittadino ha creduto ed investito guardando con lungimiranza alla salute della sua città e lo ha fatto per il benessere prima dei suoi cittadini.

Certo lo stesso non si può dire per altri Comuni irpini, come quello di Mercogliano in cui simili traguardi non sembrano raggiungibili.