Calcio, verso Avellino-Turris: presentazione del match

76

Mancano meno di 24 ore al fischio d’inizio di Avellino-Turris. Imperativo per i lupi è invertire il trend segnato da due sconfitte consecutive in campionato. Anche i corallini vengono da une serie di risultati fortemente negativa, con ben 7 sconfitte consecutive, tra campionato e coppa. Nell’ultima giornata, però, gli uomini di mister Caneo hanno strappato un pareggio contro il Cerignola.

Una nota positiva per l’Avellino arriva dai convocati. Rosa quasi al completo per mister Pazienza, che però deve fare a meno di Lorenzo Sgarbi. Il talento in prestito dal Napoli si è sottoposto in settimana ad operazione chirurgica per ridurre la frattura al metacarpo subita in allenamento. Con lui rimangono a casa Russo e Tozaj. C’è Gori, anche se acciaccato; lo stesso Pazienza, nella conferenza stampa resa questa mattina, ha ammesso che il calciatore ha saltato alcuni allenamenti a seguito di una botta subita nel match contro il Picerno.

L’ex allenatore del Cerignola ha candidato i rientranti Cionek e Rigione per una maglia da titolare; inoltre, l’Avellino può contare su capitan Tito, assente contro la Juve Stabia in Coppa Italia per un problema gastrointestinale. Armellino rioccuperà la casella a lui più consona, ovvero in mezzo al campo.

Sul fronte Turris, mister Caneo ha scelto da ormai qualche settimana la via del silenzio, non svelando i convocati per la trasferta irpina e non concedendosi agli organi di stampa per la consueta conferenza. Al suo posto si è presentato il difensore Esempio, che ha sottolineato la forza dell’Avellino, ma ha dichiarato che i corallini affronteranno i biancoverdi con carattere, cercando di ottenere più punti possibili.