Calcio, l’Avellino abbandona la Coppa ai quarti: la spunta la Lucchese (0-1)

175

Nulla da fare per l’Avellino in Coppa: gli irpini vengono sconfitti in casa dalla Lucchese, con il punteggio di 0-1. Decisiva la rete, nel primo tempo supplementare, di Yeboah, abile e rapido ad arrivare sul pallone sulla respinta del legno. Match dai ritmi bassi, anche se non sono mancate importanti occasioni da gol, da ambo le parti.

La prima vera occasione della partita arriva solo al 28esimo, ed è per la Lucchese. Tiro dalla lunga distanza respinto con facilità da Pane. L’estremo difensore biancoverde, per non rischiare, manda alta la sfera. Sul successivo calcio d’angolo, Guadagni controlla un pallone difficilissimo, si gira in un fazzoletto e conclude dal limite dell’area piccola. Stavolta Pane è prodigioso; sfera bloccata in due tempi dal numero 1.

Dopo oltre mezz’ora di appannamento, l’Avellino alza i giri del motore ed aumenta la propria presenza in area di rigore. Nel giro di pochi istanti due ottime chances per i lupi. La prima è per Dall’Oglio, al 38esimo, direttamente da calcio di punizione. Solo una deviazione super di Coletta toglie la sfera dall’incrocio dei pali. Sul successivo corner, Benedetti svetta di testa e centra in pieno la traversa. Lupi molto pericolosi sul finale di primo tempo.

Ancora Avellino pericolosissimo con Falbo. Il numero 7 raccoglie una respinta e tenta la conclusione con l’esterno sinistro. Ancora una volta è miracoloso Coletta, che per la seconda volta toglie il pallone dall’incrocio dei pali con la mano di richiamo.

Anche nel secondo tempo ci vuole un bel po’ per vedere la prima occasione da gol. Anche in questo caso è la Lucchese a rendersi pericolosa con Magnaghi, al minuto 69, entrato pochi minuti prima. Il numero 99 tenta la conclusione rasoterra, ma la palla esce fuori di poco alla sinistra di Pasquale Pane.

Dato lo 0-0 dei tempi regolamentari, si va ai supplementari.

Al sesto minuto del primo supplementare la Lucchese passa in vantaggio. Magnaghi centra in pieno il palo dal limite dell’area, la sfera torna indietro ed il più lesto di tutti è Yeboah. Il numero 45 si avventa sul pallone e mette dentro il tap-in.

All’ottavo minuto del secondo tempo supplementare ci prova Mazzocco, ma la sua conclusione appare piuttosto telefonata, difatti viene bloccata senza troppe difficoltà da Coletta.

Gli ultimi minuti di gioco mostrano pochissimo; il match, difatti, si chiude dopo un solo minuto di recupero. La sconfitta casalinga segna l’uscita dell’Avellino dalla Coppa Italia di Serie C. La squadra toscana approda in semifinale e mantiene la possibilità di giocarsi la vittoria finale nella competizione.

AVELLINO (3-5-2): Pane; Mulè, Benedetti, Casarini; Falbo, Maisto (72′ Mazzocco), Pezzella (83′ D’Angelo), Dall’Oglio (83′ Cancellotti), Sannipoli (103′ D’Amico); Sgarbi (108′ Fusco), Marconi (72′ Gori). (All. Pazienza)

LUCCHESE (3-4-3): Coletta; Gucher, Benassai (46′ Tititiello), Merletti; Guadagni (84′ Rizzo Pinna), Tumbarello (101′ Cangianiello), Djibril, Visconti (91′ Perrotta); Sueva (67′ Quirini), Romero (67′ Magnaghi), Yeboah. (All. Gorgone)

Marcatori: 96′ Yeboah (L)

Ammoniti: Djibril (L), Yeboah (L), Pane, Magnaghi (L), Merletti (L), Perrotta (L)

Recupero: 2′ p.t., 5′ s.t., 1′ p.t.s., 1′ s.t.s.

(Foto copertina: Lega Pro)