Benevento, indietro tutta: Evacuo resta. Oreste Vigorito contro tutti

273

BENEVENTO – Mi era stata riferita una cosa sbagliata, Evacuo non ha offeso nessuno. E’ questa la sintesi della conferenza stampa indetta, oggi pomeriggio alle ore 17, da Oreste Vigorito dopo i fatti di ieri al termine della gara Benevento-Nocerina.

“Abbiamo tentato di informarci su quello che era successo – ha detto il presidente Vigorito – perchè le informazioni verbali che correvano a fine gara erano una sorta di passaparola e non avevano l’oggettività di una mente più fredda. Mi era stato riferito che Evacuo non fosse andato dai nostri tifosi ma solo da quelli della Nocerina.

Quando ho visto che il calciatore non riusciva a spiegarsi il perchè di una mia aggressione verbale – ha continuato il presidente – ho approfondito ed è stato allora che ho capito che se un calciatore, così come è successo ieri, va verso una tifoseria dopo aver festeggiato con la propria e fermandosi a 25 metri dalla curva ospite, saluta chi fino a pochi mesi fa lo osannava, può essere considerato un gesto inopportuno ma non un gesto in malafede”.

Felice Evacuo, dunque, non si muove da Benevento. Almeno per ora!

Già, perchè mentre il patron faceva marcia indietro la curva giallorossa restava ferma sui passi ed esponeva, all’esterno dello stadio, uno striscione con su scritto: “Nessun ripensamento, Evacuo via da Benevento”.